Nel nome di Evelina

Il mare nella Torà, nel Midrash e nella tradizione ebraica”. Questo il tema del limmud che l’Adei Wizo di Firenze ha scelto di offrire alla Comunità a un anno dalla scomparsa della sua presidente Evelina Grun Gabbai.
La serata si è aperta con l’Arvit al Tempio Maggiore, seguito dalla lezione tenuta dal rabbino capo Joseph Levi nella sala Adei, la stessa che qualche anno fa Evelina ha contribuito a restaurare e a riportare a nuova vita con tutto il suo gusto raffinato e la sua dedizione all’associazione, di cui da anni era presidente.
Dai discorsi dell’attuale presidente Emanuela Servi e anche della presidente della Comunità ebraica Sara Cividalli era facile percepire la profonda commozione che il ricordo di Evelina suscita ancora a un anno di distanza dalla sua scomparsa, il rimpianto per una persona bella e positiva, che venendo da Milano ha portato a Firenze uno stile diverso da quello a cui eravamo abituate: prima di tutto l’accoglienza e il sorriso, poi una grande disponibilità anche verso gli anziani, di cui in modo più riservato si è molto occupata, ma soprattutto il grande impegno per l’Adei Wizo. Che come lei diceva, era tutta la sua vita.
Evelina amava molto il mare, e di qui la scelta dell’argomento del limmud, il momento di studio, tenuto dal rav Levi.
La serata si è chiusa dando spazio a un momento più conviviale con un ricco aperitivo.

Silvia Bemporad Servi

 

Contatti

Via Tuberose, 14

20146 Milano

C.F. 343450350934

P.IVA 2305943485934

Tel. 9950344335

Email: adeiwizo@adeiwizo.org

Scrivici per saperne di più